Il progetto

SuddenlyHome è un programma itinerante che ha lo scopo di occupare il tempo di attesa per la definizione della procedura di richiesta d’asilo dei migranti ospitati nei centri accoglienza. SuddenlyHome vuole coinvolgere attivamente i rifugiati al fine di far guadagnare loro capacità tecniche e pratiche, creare spazi auto-costruiti piacevoli e conviviali nei centri di accoglienza, favorire le relazioni e l’ integrazione culturale tra i rifugiati e con la comunità ospitante.

Si fonda su di un programma possibile perché il processo è facile, economico, e replicabile! Con poche risorse SuddenlyHome può coinvolgere molte persone in un breve periodo di tempo trasformando l’attesa dei rifugiati in un momento proficuo e di arricchimento culturale.

I rifugiati diventano gli attori principali del processo, guadagnando soddisfazione, reputazione e riconoscimento delle proprie capacità. Si appropriano di un processo creativo e formativo, contribuendo con la costruzione di complementi di arredo a “personalizzare” sia gli ambienti che transitoriamente abitano, sia i luoghi comuni destinati all’incontro e all’inclusione sociale, sul territorio.

Chi siamo

Siamo una squadra di architetti, ingegneri, designer e attivisti per i diritti umani, ci trovi sparsi un po’ per tutta Italia: Verona, Rovereto, Roma e Reggio Emilia. Siamo alla ricerca di nuovi contatti e nuove opportunità per replicare questo modello ovunque abbia la possibilità di essere impiantato.